Rib Design

Vedi tutti i progetti

Lo studio Akesdesign vanta una notevole esperienza nella progettazione dei gommoni semirigidi. Così come per i progetti delle imbarcazioni, il progetto del gommone è impostato per unire al layout di coperta richiesto, delle forme di carena che ne rendano piacevole la navigazione in ogni condizione. La stabilità da fermo è assicurata dai tubolari di diametro sufficiente per assicurare l' inaffondabilità e l' equilibrio longitudinale e trasversale anche qualora la parte centrale dello scafo fosse completamente allagata . I tubolari del gommone vengono posizionati in modo da offrire appoggio sulla superficie dell' acqua durante l' utilizzo e rimanere non troppo immersi in modo da evitare la formazione di fouling. Tutto questo naturalmente in base alla destinazione d' suo. Il progetto del gommone è inoltre ottimizzato in base ai requisiti operativi: allo stesso tempo può essere sviluppato un progetto per gommone da destinare al charter-noleggio, a uso tender, per diporto classico familiare , da alte prestazioni, per utilizzi professionali, che abbia una disposizione di coperta più ergonomica possibile e che naturalmente appaghi anche l' estetica con forme eleganti e mai grossolane. Per il progetto del gommone il concept design iniziale , che nasce in base alla destinazione d'uso e alle preferenze del cliente / cantiere e che è la parte principale dell' intero progetto, viene sviluppato con il cad 3D e viene affinato e analizzato mediante software di calcolo strutturale 3d e analisi idrostatica/idrodinamica con CFD (computational fluid dynamics). E' indifferente che il gommone possa essere realizzato con fibre di vetro, resine poliesteri, vinilesteri, epossidiche, in sandwich, per laminazione a mano o per infusione, in multistrato marino riforzato esternamente con fibre di vetro, o in lega leggera (alluminio): il progetto globale tiene conto del materiale e ottimizza le geometrie e il risultato finale in base al materiale costruttivo scelto: la realizzazione di modello e stampi può essere fatta indifferentemente a mano o mediante frese a controllo numerico. Il nostro portfolio include realizzazione di gommoni di utilizzo e dimensioni differenti, dallo stile inconfondibile e realizzati con metodologie diverse ma che sempre hanno centrato le aspettative e i requisiti estetici e funzionali.

Il principio guida del progetto della barca è quello di poter realizzare imbarcazioni che possano soddisfare pienamente le esigenze dell' armatore, attraverso una completa personalizzazione della coperta unita a una carena in grado di coniugare elevata tenuta di mare ad ottime prestazioni. Una volta stabiliti i requisiti , la fase progettuale si effettua con l' ausilio dei software CAD più avanzati sia per quanto riguarda lo scafo che la coperta. La fase successiva è quella di poter far realizzare le imbarcazioni attraverso la partnership tra il progettista e i cantieri, dotati delle più avanzate tecnologie. La scelta del cantiere costruttore avviene sempre in accordo col cliente che può anche per optare per una costruzione "home made" oppure mediante cantiere di sua scelta. Tutte le imbarcazioni rispettano le direttive ISO CE 12215-7 sulla struttura e stabilità.

Come diceva giustamente qualcuno, la barca non è un automobile. Il mare è variabile, è salato, e mette in evidenza qualsiasi lacuna . Una barca deve innanzitutto navigare bene. Per questo un punto fermo dei progetti è utilizzare un tipo di carena che possa affrontare le condizioni di mare più disparate in totale sicurezza. Gli scafi sono analizzati in maniera incrociata con software di analisi stutturale (FEM - FEA) , con regole statistiche parametriche, e testati. Il grigliato di irrigidimento viene quindi posizionato in maniera tale da essere più fitto nelle zone sottoposte a maggior sollecitazione, e i correnti disposti in maniera tale da scaricare le tensioni lungo tutto lo scafo.

La robustezza è essenziale per poter navigare tranquilli in ogni condizione. Un' attenta analisi statistica delle rotture subite da scafi da diporto comunemente utilizzati è servita per dar vita alle nuove norme ISO sulla robustezza strutturale. E sempre queste statistiche dimostrano che le rotture sugli scafi da diporto oggi in produzione, utilizzati in maniera corretta, non sono tanto frequenti, e si limitano ai casi in cui il cantiere non abbia seguito i criteri di dimensionamento strutturale minimo proposti dalle norme, oppure ci siano state imperfezioni costruttive; ultimo il caso di un utilizzo eccessivo per il mezzo: chiaramente un tranquillo runabout utilizzato come mezzo da gara e schiantato a tutta manetta sulle onde, non è tenuto a rimanere integro.

La tenuta di mare è un altro requisto fondamentale per un'imbarcazione che si rispetti. Sono pochi quelli che escono col mare agitato, però la barca deve avere una sicurezza tale che chiunque si ritrovi in condizioni avverse (e può capitare) possa tornare in porto in piena sicurezza. La tenuta di mare viene garantita nel progetto della barca o del gommone utilizzando prima di tutto una carena adatta, una corretta distribuzione di pesi che eviti assetti scomposti, una robustezza notevole, l'inaffondabilità, e l' autosvuotamento sia dinamico che statico. Il ponte e il pozzetto sono organizzati in maniera tale che l' eventuale imbarco di acqua dovuta a un'onda frangente fuori dal comune possa essere evacuato in fretta, e che la quantità d'acqua imbarcabile abbia un volume massimo limitato. Quindi portelli stagni, inclinazioni del pagliolato adatte, specchio di poppa strutturato in maniera tale da poter svuotare subito l'acqua in eccesso; al resto pensano i grossi ombrinali. E tutto questo indipendentemente dalla categoria di progettazione. Vengono poi effettuate delle simulazioni per quanto riguarda la stabilità (bracci di stabilità) e il momento raddrizzante in ogni condizione. Molte delle nostre realizzazioni hanno angoli di raddrizzamento superiori ai 130 gradi, qualcuna è anche autoraddrizzante.

Nel progetto della barca un punto fondamentale è la possibilità di poter decidere da prima quale sia il layout della coperta , a seconda dei gusti personali. Lo studio si occupa poi di rendere fattibile la disposizione scelta, e di adattarla ai criteri di normazione unificati. Modificabili a piacimento anche le linee della murata e del profilo, naturalmente entro i canoni di tenuta di mare, equilibrio e sicurezza, e normativo. Tutto ciò chiaramente costituisce un risultato del prodotto finale che non è certamente paragonabile a ciò che si ottiene con i "progetti gratis" presenti nel web.

Le barche create dallo Studio possono vantare elevate performances rispetto a quelle relative a imbarcazioni di simili caratteristiche e dimensioni, quindi a parità di potenza impiegata hanno il pregio di consumare poco, e di andare più velocemente.

AKES Design: Your Dream, Our Passion!